Contrattazione Integrativa all’ENASARCO: chiarezza sulla composizione della delegazione trattante

La FIALP CISAL, Organizzazione sindacale rappresentativa a livello nazionale, ha espresso vivo disappunto per un increscioso episodio accaduto durante la riunione di contrattazione dello scorso 1 ottobre, che aveva all’O.d.G. il rinnovo del Contratto Integrativo dei dipendenti dell’ENASARCO.

La Delegazione della FIALP CISAL, presentatasi al tavolo di trattativa su convocazione del Dirigente delle Risorse Umane, ha trovato di fronte una delegazione datoriale composta dal Consigliere Raineri e dal Direttore Generale dell’Ente, mentre era assente il Dirigente delle Risorse Umane.

In via pregiudiziale la FIALP CISAL ha chiesto spiegazioni sulla composizione della delegazione di controparte ed in particolare sulla presenza del citato Consigliere che, come affermato in risposta, sarebbe stato delegato dal Presidente anche per le successive sedute di trattativa.

La FIALP CISAL, invece, ha riportato al tavolo quanto risulterebbe dall’ultimo Consiglio di amministrazione dell’ENASARCO, ove si era posta la questione della presenza dei Rappresentanti dell’Amministrazione in sede di contrattazione, con la conclusione, condivisa dal C.d.A., dell’opportunità che nessun Consigliere fosse presente nella riunione già programmata per il 1° ottobre e che la delegazione fosse unicamente composta dal Direttore Generale e dal Dirigente delle Risorse Umane.
Solo nelle successive sedute il C.d.A. si sarebbe riservato di valutare la conferma o una diversa composizione delle delegazione e anche eventualmente una delega o un’integrazione con Rappresentanti dello stesso C.d.A.

La FIALP CISAL, poi, ha fatto presente che il Consigliere Raineri non è più il Presidente della Commissione Risorse Umane, peraltro abrogata tempo fa dallo stesso C.d.A., e che nello Statuto di ENASARCO non è prevista la possibilità di delega del Presidente ad un Rappresentante di amministrazione bensì solo al Vice Presidente.
Detta nomina, ribadiamo, spetta solo al C.d.A. dell’Ente. Non solo, il “Modello di gestione dell’Ente”, deliberato dall’attuale C.d.A., prevede che sia il Direttore Generale attraverso l’Ufficio gestione risorse umane a gestire ..”le relazioni col personale dipendente e le relazioni sindacali della Fondazione, garantendo l’applicazione della normativa inerente la contrattazione nazionale ed aziendale..“.

La FIALP CISAL, pertanto, ha abbandonato il tavolo di trattativa non ritenendo legittima la presenza del Consigliere Raineri nella delegazione di parte datoriale.
Infatti, poiché qualsiasi accordo aziendale riguardante i dipendenti deve essere approvato dal C.d.A. dell’Ente, la presenza del citato Consigliere – ripetiamo: non condivisa dallo stesso C.d.A. – potrebbe compromettere l’approvazione dell’Accordo stesso.

La FIALP CISAL, anche per il futuro, vuole chiarezza sulla composizione di una delegazione trattante di parte datoriale che sia legittimata alle trattative aziendali dal C.d.A.. Invita quindi il Presidente, i Consiglieri di Amministrazione ed il Direttore Generale della Fondazione ENASARCO a fare chiarezza sull’episodio, attendendo di essere riconvocata con urgenza, anche in considerazione delle aspettative dei lavoratori sul rinnovo del contratto integrativo.

F.to Avv. Giacinta GRAZIOSI – Segretario Nazionale FIALP CISAL