CIAO PASQUALE

FACCIAMO NOSTRO IL RICORDO DI PASQUALE FIORE, PRESIDENTE DELLA FIALP, COSI’ COME RIPORTATO DAGLI AMICI DEL COORDINAMENTO INAIL CISAL

“Oggi è il nostro venerdì nero, Siamo costretti a scrivere di una notizia che mai avremmo voluto dare: il nostro amico, fratello maggiore, a volte padre e mentore, Pasquale Fiore ci ha lasciati per una vita migliore.
Improvvisamente, in punta di piedi, con la sua proverbiale pacatezza e discrezione è volato al Padre, lasciando però a noi i suoi insegnamenti, i comuni valori che guidano questo Sindacato da oltre settant’anni, una storia di mille battaglie costellata da sconfitte ma anche da tantissime vittorie di cui ancora oggi, noi dipendenti di questo Ente, quotidianamente beneficiamo.
Pasquale era nato nel 1945, entrato in INAIL nel lontano luglio 1965 ci raccontava che da subito, dopo aver preso consapevolezza delle varie Organizzazioni Sindacali presenti in Istituto, aveva scelto l’Autonomo per i valori di autonomia e vicinanza vera al Personale.
Nel 1977 entrò a far parte del Comitato Direttivo del Sindacato Autonomo INAIL, dal 1993 al 2008 è stato il Segretario Generale dello stesso per assumere il ruolo di Presidente con un’elezione unanime nello stesso Congresso in cui, appunto, lasciava la Segreteria.
Dal 1993 era stato componente del Comitato Direttivo della FIALP e dal 2003 al 2013 aveva rivestito la funzione di Segretario di Federazione, anno in cui lasciò anche quest’incarico per contribuire alla crescita di questo Sindacato attraverso il prezioso contributo in termini di idee e studio presso il nostro centro studi CISAL.
Dal 2017 è stato il Presidente della nostra Federazione. Anche in pensione infatti, aveva lasciato il servizio attivo nel 2009, non ha abbandonato un lavoro che gli piaceva tanto, era nato per occuparsi degli altri, per battersi in nome e per conto dei più deboli, per servire i lavoratori, non aveva smesso nemmeno dopo aver subito un infarto nel 1994.
Un signore d’altri tempi, preparato, pacato, determinato, difficilmente alterato anche quando, spesso, era preoccupato, costernato e avvilito per non poter sempre essere d’aiuto all’iscritto e più in generale al collega.
Un amico che sapeva ascoltare, tutti, un Sindacalista che lavorava per e con gli altri, che ha saputo con altri intelligenti suoi omologhi e un’amministrazione attenta portare buoni risultati.
Una presenza importante nella vita di tutti noi e nel nostro cuore.
Nei numerosissimi messaggi che ci stanno arrivando vengono messi in evidenza la saggezza di Pasquale, la sua competenza, la sua misura, la correttezza, la signorilità, l’abilità di paziente tessitore, la fortuna di averlo conosciuto e l’amico che abbiamo perso, il suo sorriso affabile e cortese, un ricordo da tenere stretto, con un pensiero commosso al dolore della famiglia.
Marito, padre e nonno esemplare, per noi maestro di vita oltre che ispiratore e mentore, ancora oggi, nell’attività che quotidianamente cerchiamo di portare avanti e che ancora, col vostro aiuto proveremo a fare, certi che questo è il modo migliore per continuare quanto da lui fatto e per meglio ricordarlo.
Domani, alle ore 16,00, nella chiesa di Nostra Signora di Coromoto, ubicata nell’omonimo Largo, in Roma, lo saluteremo per l’ultima volta anche se vivrà sempre, come le figure più care dei nostri familiari più stretti, nel nostro cuore e continuerà a guidarci ed ispirarci.

Ciao Pasquale!
A nome di tutti i tuoi amici e di tutti quelli che ti hanno voluto bene

25 gennaio 2019