CCNL 23 Dicembre ’17: UN’ALTRA VERGOGNA !!! HANNO FIRMATO UN NON CONTRATTO !!!

E’ STATO SOTTOSCRITTA ALLE ORE 4 DEL MATTINO DEL 23 DICEMBRE LA PREINTESA DEL C.C.N.L. VALEVOLE FINO AL 31.12.2018, RIGUARDANTE LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI DEL COMPARTO, COMPARTO IN CUI , GRAZIE A TALUNI SINDACATI COMPIACENTI,  E’ STATO INSERITO IL NOSTRO ISTITUTO.
ANCHE STAVOLTA LA TRIPLICE, CON L’AGGIUNTA PER L’OCCASIONE DELLA CONFSAL, NON SI E’ SMENTITA:
QUESTE ORGANIZZAZIONI HANNO SOTTOSCRITTO UN C.C.N.L. NETTAMENTE A SVANTAGGIO DEI LAVORATORI.
UN’ALTRA VERGOGNA!!!

La C.I.S.A.L., in completa solitudine, ma con il consenso dei lavoratori, ha impiegato TRE lunghi anni per ottenere dalla CORTE COSTITUZIONALE il diritto al rinnovo del contratto di lavoro, bloccato senza nessuna logica, senza che nessuna altra Organizzazione Sindacale rivendicasse in alcun modo i diritti dei lavoratori.

Abbiamo assistito in questi giorni ad un’altra farsa:
hanno preso in giro i lavoratori.
Dopo 8 anni di perdita del potere di acquisto delle retribuzioni Triplice e Confsal hanno sottoscritto un contratto al ribasso.

RINGRAZIATELI: RINGRAZIATE  CGIL CISL UIL e CONFSAL di questo bel  “servizio “.
Hanno sottoscritto un accordo che prevede da marzo 2018 un aumento contrattuale di € 85 mensile medie, (badate bene non da gennaio ), in quanto per cautelarsi contro la perdita del “bonus Renzi 80 euro” hanno spostato la decorrenza degli aumenti di 2 mesi.
Tutto ciò fino alla fine del 2018, in quanto dal 2019 per effetto dell’aumento contrattuale di mesi 12 più la tredicesima, il “ Bonus Renzi 80 euro” sparirà.
Hanno previsto “RICCHISSIMA“ una tantum pari a € 540,00 (dopo anni di blocco contrattuale) per colmare gli arretrati relativi agli anni 2015-2016-2017,
CHE VERGOGNA !  meno di 20 € al mese!!!

Non hanno voluto accettare la modifica dell’ordinamento professionale nelle tre aree da noi proposte, una proposta che ritenevamo e riteniamo utile ad eliminare il fenomeno del mansionismo. Le aree erano l’Area del Supporto, l’Area della Produzione e l’Area dei Quadri.
Hanno accettato (forse stremati ), la nostra proposta di demandare ad una Commissione, la modifica dell’ordinamento professionale.
ED INTANTO I LAVORATORI PER LORO POSSONO ASPETTARE!!!
Con il nuovo CCNL l’Amministrazione continuerà a pagare le Posizioni Organizzative con i soldi del Fondo di Ente, quindi con i soldi di tutti i lavoratori.
Con il nuovo CCNL l’Amministrazione in completa solitudine potrà  individuare nuovi profili professionali, (anche se in INPS abbiamo compreso che troverebbe Sindacati disposti a firmare di tutto).
Con il nuovo CCNL non è stato aumentato il buono pasto fermo ormai da lunghi anni alla “mirabolante” cifra di 7 € (in alcune sedi non ci si compra nemmeno un panino, altro che pasto ristoratore di una giornata di lavoro).
Con l’articolato di questo CCNL sono inoltre inasprite le sanzioni disciplinari, come se già nell’INPS di sanzioni disciplinari non se ne emettono (taluni Dirigenti pensano oramai che ogni errore sia dolo!!).
E proprio per questo ci hanno costretto a correre ai ripari per salvaguardare i nostri associati:
tutti i nostri iscritti, abbiamo deciso di assicurarli  gratuitamente ………… non si sa mai!

CONFINTESA Funzione Pubblica e la CISAL NON HANNO SOTTOSCRITTO L’IPOTESI DI CCNL tenendo per tre lunghi giorni organizzazioni compiacenti e parte governativa inchiodati nervosamente alla sedia,  e prendendo atto della loro volontà di firmare qualunque cosa ad ogni costo (del resto incombono le elezioni!).
Concludiamo invitandovi ad approfittare di questa ennesima dimostrazione di vergognosa distanza dai lavoratori da parte di queste organizzazioni………
Questo è il risultato del continuare a restare iscritti con loro, se vi piace questo contratto, se siete contenti del loro silenzio sullo smantellamento dell’INPS… perseverate nel vostro stare con loro e magari votateli anche  alle prossime elezioni RSU…….
Se invece come pensiamo la semplice lettura della realtà dei fatti vi suscita la nostra stessa indignazione,  abbandonateli e venite con noi !

NOI RESTIAMO IL SINDACATO DEI LAVORATORI E DI NESSUN ALTRO, OGGI ANCOR PIU’ DI IERI. VI CHIEDIAMO FIDUCIA, L’ISCRIZIONE, IL VOTO, SEMPLICEMENTE PER METTERE ALL’ANGOLO CHI NEI FATTI, DIMOSTRA DI NON AVERE A CUORE, ORMAI DA TEMPO,  GLI INTERESSI DEI LAVORATORI.

F.to  Coordinamento Nazionale aziendale INPS