ACCORDO INTEGRATIVO 2018 DIRIGENTI ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Riportiamo il testo del Comunicato DIRSTAT, sigla con cui partecipiamo ai tavoli di contrattazione delle Amministrazioni della ex AREA I (dirigenti dei Ministeri), così come avviene per la FIALP nelle Amministrazioni della ex AREA VI (dirigenti, medici e professionisti degli EPNE e delle Agenzie Fiscali) in attesa della prossima sottoscrizione del CCNL Area Funzioni Centrali, alle cui trattative ci siamo con la nostra sigla rappresentativa DIRSTAT -FIALP,

DIRSTAT SOTTOSCRIVE L’ACCORDO INTEGRATIVO 2018 DIRIGENTI ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Si è tenuta stamani una riunione con la Delegazione trattante dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro con all’O.d.G. la contrattazione sui criteri di ripartizione del Fondo per la retribuzione di posizione e di risultato dei dirigenti di seconda fascia per l’anno 2018 , nonché un’informativa sulla graduazione delle posizioni dirigenziali degli uffici della sede centrale dell’Ispettorato, in attuazione dei decreti direttoriali nn. 8 e 9 del febbraio scorso.

Sul primo argomento riportiamo i contenuti dell’ipotesi di Accordo integrativo 2018, sottoscritta da DIRSTAT e da tutte le altre OO.SS. rappresentative nell’AREA:

  • la consistenza del Fondo, come per il 2017, è pari a € 3.657.218
  • l’utilizzo per la retribuzione di posizione è pari a € 2.161.769
  • l’importo netto per la contrattazione integrativa è di € 1.495.449
  • una quota del 20% del Fondo (€ 731.444) è destinata alla retribuzione di risultato, determinata sulla base delle tre fasce di performance previste dal vigente sistema di valutazione.
  • Il trattamento economico dei dirigenti incaricati ad interim è integrato con una quota del 25% del valore della posizione attribuita.
  • La misura del trattamento accessorio per gli incarichi aggiuntivi – fenomeno peraltro marginale – è pari al 50% delle risorse che a tale titolo affluiscono al Fondo
  • Prevista una maggiorazione (+30%) della retribuzione di risultato ai responsabili di SUI (Sportello Unico Immigrazione).

Riguardo l’organizzazione degli Uffici della Sede Centrale dell’Ispettorato, l’Amministrazione, rinviato un ulteriore approfondimento alla prossima riunione già programmata per lunedì 25 p.v., ha presentato il documento concernente i “criteri di graduazione delle posizioni dirigenziali di livello non generale”.

L’esigenza deriva dalle determinazioni contenute nel citato Decreto Direttoriale n. 8, del 13 febbraio scorso, emanato, tra l’altro, in relazione a quanto disposto dalla legge 145/2018 (Legge di bilancio 2019), con particolare riferimento alla previsione della dotazione organica dirigenziale dell’Ispettorato stesso ed alle procedure di attuazione conseguenti.

Il Decreto prevede la costituzione delle seguenti Direzioni Centrali (livello dirigenziale generale), ciascuna suddivisa in “Uffici” (livello dirigenziale non generale e diversa fascia retributiva) :

  1. Vigilanza, affari legali e contenzioso
    1. n. 3 uffici fascia A – N. 1 Ufficio fascia B
  2. Risorse umane, finanziarie e logistica
    1. n. 4 uffici fascia A – N. 1 Ufficio fascia B
  3. Pianificazione strategica, organizzazione, tecnologie e innovazione
    1. n. 3 uffici fascia A – N. 1 Ufficio fascia B
  4. Controllo, trasparenza e comunicazione
    1. n. 1 uffici fascia A – N. 2 Ufficio fascia B.

Anche questo documento è stato sottoscritto da DIRSTAT e dalle altre OO.SS. rappresentative.

p. DIRSTAT – F.to Michele Di Lullo